Blog: http://estetica.ilcannocchiale.it

Quarto consiglio:pulizia del viso!!!!

  Struttura
La sua struttura è costituita da tre diversi strati:
• L' epidermide è la più superficiale ed è costituita a sua volta da diversi strati, che attraversano un continuo processo rigenerativo, molto più rapido durante la notte e con l'età adulta.
• Il derma è attraversato da nervi, vasi sanguigni e linfatici e da una rete di tessuto fibroso. Nel derma sono situate le ghiandole sudoripare e sebacee.
• Il sottocute , che collega derma e epidermide con i tessuti interni, costituito da cellule di tessuto connettivo.

Caratteristiche
La pelle, più sottile nella donna che nell'uomo, ha uno spessore che varia tra 0,5 e 2 mm ed ha caratteristiche diverse nelle varie parti del corpo.
Il rapporto tra pelle e psiche è molto stretto; infatti stati emotivi e stress possono generare eczemi e macchie. Ad esempio: si suda per paura, si arrossisce per rabbia o imbarazzo.
Colore e caratteristiche della pelle sono determinati dall'eredità genetica, variano da persona a persona.

Funzione
• Protezione : la pelle contribuisce a difendere il corpo da germi e radiazioni solari.
• Respirazione : lascia passare ossigeno e libera anidride carbonica.
• Secrezione ed escrezione : attraverso ghiandole sudoripare e sebacee la pelle espelle tossine.
• Regolazione della temperatura : con la dilatazione dei vasi sanguigni, una maggiore quantità di sangue arriva alla pelle. Questa libera calore, abbassando la temperatura corporea, anche attraverso la produzione di sudore. Al contrario con una temperatura esterna bassa, la pelle trattiene calore, che rimane nel corpo.
• Immagazzinamento : l'eccedenza che il nostro organismo assimila viene in parte immagazzinata dalla pelle sotto forma di grasso sottocutaneo.
• Metabolizza la vitamina D attraverso i raggi solari.  Non esiste un solo tipo di pelle
La pelle non è uguale in tutte le persone, anzi!
E' attraverso la pelle dei polpastrelli che possiamo essere riconosciuti, proprio perché essa ha caratteristiche uniche.
Per questo motivo, non può esistere un unico trattamento adatto e per scegliere le cure più appropriate devi essere in grado di riconoscere a quale tipo la tua pelle appartiene. 

Tipi di pelle
Ecco allora quali sono i tipi di pelle più diffusi:
Pelle normale
E' la meno diffusa di tutte. Non è né unta né grassa, anche se si presenta leggermente più lucida su naso e mento.
Pelle sensibile
E' molto fine e di colore bianco-rosaceo. Spesso presenta capillari dilatati, soprattutto su naso e guance. Nei casi più accentuati questi capillari arrivano a rompersi, provocando la couperose.
Pelle grassa
E' caratterizzata dall'eccessiva produzione di sebo, che provoca punti neri e brufoli. Si presenta con un aspetto lucido e leggermente untuoso.
Pelle secca
Presenta pori molto fini e sottili ed è molto sensibile, in particolare agli agenti atmosferici.
Pelle acneica
L'acne si manifesta soprattutto (ma non solo) su pelli grasse, a causa dei depositi di sebo sottopelle. Nei casi più gravi, può provocare cicatrici permanenti.
Pelle avvizzita
Con il tempo, la pelle tende a cedere e a rilassarsi, diventando più secca. Macchie sulle palpebre e sulle tempie si accompagnano a rughe accentuate. Ma molto dipende dal tipo di pelle, dall'alimentazione e dallo stile di vita.




Pelle Normale:

Si presenta luminosa e fine. Purtroppo è il meno frequente di tutti i tipi di pelle e mostra dei pori piccoli e chiusi.
Risulta leggermente più unta sul naso e sul mento, non è tuttavia né particolarmente secca né grassa.
Caratteristica di persone il cui organismo funziona in piena normalità, con un metabolismo equilibrato.
Questo tipo di pelle non necessita di cure particolari.
Ti raccomandiamo di eseguire una buona pulizia del viso ogni 15 giorni, di tenerla ben idratata con prodotti leggeri a base di vitamine e fare poi periodicamente una maschera idratante e tonificante. 
Le regole d'oro per una perfetta pulizia del viso
La detersione del viso è un'azione quotidiana molto importante, per chi si trucca e no. Lo sporco da eliminare è formato solo parzialmente dai residui del make-up, infatti sono lo smog, la polvere e il pulviscolo dei riscaldamenti che si depositano sulla nostra pelle e la soffocano.

Lava il viso, al mattino appena sveglia e alla sera prima di andare a dormire.

Utilizza il detergente più adatto alla tua pelle applicandolo con un dischetto di cotone. Non deve provocarti screpolature, allergie e arrossamenti di nessun tipo.


Gli accessori per la pulizia viso
Dischetti d'ovatta 
compatta

sono l'ideale per applicare o togliere il cosmetico.
Non utilizzate l'ovatta perché lascia notevoli residui.

Le veline

sono utili per eliminare gli eccessi di sebo, si utilizzano tamponando leggermente.

La spugnetta

serve per stendere e togliere il detergente. È importante lavarla perfettamente con sapone neutro dopo averla utilizzata e non riporla nel cassetto fino a quando non è asciutta.


I prodotti da usare per la pulizia viso
Le acque detergenti

normalmente sono adatte a tutti i tipi di pelle, ma hanno il limite di non pulire in profondità.

Il gel

può essere utilizzato tranquillamente da chi ha la pelle mista o grassa, mattino e sera.

La mousse

è adatta a tutti i tipi di pelle, anche le più delicate. Si applica sul viso umido e poi si sciacqua con acqua tiepida.

Il latte

anche il latte detergente è adatto a tutti i tipi di pelle. Ti consigliamo di fare due passaggi con i dischetti di cotone. Togli i residui con una spugnetta leggermente inumidita.

Il tonico

il tonico ha diverse funzioni. Prima di tutto ridona alla pelle il suo PH naturale, infatti anche il detergente più delicato lo altera. Esistono tonici lenitivi per le pelli delicate che si arrossano facilmente o equilibranti e calmanti per ogni tipo di pelle.

Un tonico naturale... rubato alla nonna

Tonico antirughe all'uva
1.

Lavare bene 10 acini d'uva

2.

Frullateli fino ad ottenere un succo

3.

Imbevete un dischetto di cotone nel succo

4.

Lasciate agire per 20 minuti

5.

Sciacquate con acqua tiepida


Attenzioni particolari a...
Labbra

sono molto più delicate del resto del viso, infatti non sono protette dal manto detto "film lipolidico" formato da grassi e acqua.

Occhi

per struccare gli occhi è necessario utilizzare solo prodotti specifici. La composizione di queste lozioni è molto simile al liquido oculare.

Pelle grassa 

In questo caso evita di utilizzare prodotti troppo sgrassanti che rischiano di stimolare ulteriormente le ghiandole sebacee a produrre ancora più sebo. Preferisci invece prodotti astringenti e purificanti.

Couperose

se sei affetto da questo problema, per lavarti non usare l'acqua del rubinetto soprattutto se è calda, utilizza invece acqua minerale naturale. Al posto del tonico che potrebbe irritare la pelle, vaporizza sul viso dell'acqua termale spray.

Pelle sensibile:

La pelle sensibile si presenta fine e di colorito bianco-rosaceo. Mostra molto spesso sul naso e sulle guance dei capillari dilatati, che subiscono i cambiamenti di temperatura e che in alcuni casi arrivano a rompersi diventando molto visibili (couperose).
 
La couperose è una manifestazione cutanea del viso piuttosto frequente per le pelli sensibili che si manifesta prima con arrossamenti lievi di una o più parti del viso trattabili con creme idratanti, e in seguito con la comparsa nello strato più superficiale della pelle, di sottilissimi capillari.

Cosa stimola la couperose?
L'esposizione al freddo.
Sbalzi di temperatura.
L'esposizione prolungata al sole.
Fattori emotivi come stress o ansia.
La pelle grassa è caratterizzata dall'eccessiva produzione di sebo (sostanza grassa naturale che difende la pelle ) che le dà un aspetto lucido e leggermente untuoso.

I principali inestetismi causati dall'eccesso di sebo sono i punti neri e i comedoni, meglio noti come brufoli. L'eccessivo livello di testosterone nel sangue è spesso la causa principale della pelle grassa , sia nell'uomo che nella donna.
E' spesso caratteristica dell'età adolescenziale dato che l'eccessiva produzione sebacea è quasi sempre indotta da squilibri ormonali , tipici di questa età. Può essere anche provocata da altri fattori, come il fumo o un'alimentazione scorretta.

Cura

La cosa più importante per la pelle grassa è la pulizia, che deve essere accurata, ma mai aggressiva.

Nei casi più lievi una corretta pulizia quotidiana evita diversi problemi di tipo anche estetico come: untuosità, punti neri e impurità .

Per la pulizia, utilizzate acqua tiepida e saponi leggermente acidi, ma comunque delicati.

L'uso di detergenti fortemente sgrassanti è sconsigliato, poiché potrebbero ottenere l'effetto inverso e stimolare ulteriormente la produzione di sebo.

Evitate anche le creme e i fondotinta a base grassa, che occludono i pori e possono causare la complicazione più frequente della pelle grassa , l'acne .

Effettuate periodicamente una profonda pulizia della pelle , utilizzando maschere purificanti .

Almeno ogni due mesi, fate effettuare dall'estetista una pulizia della pelle "professionale " con vapore e creme specifiche.


Alimentazione: un'alimentazione equilibrata migliora la salute e quindi anche la pelle

evitate sostanze eccitanti, caffè e sigarette.

Limitate i cibi molto grassi e i dolciumi.

Sono consigliati yogurt, frutta e verdure, che tengono in forma tutto l'apparato digerente e facilitano la digestione, salvo ovviamente particolari allergie alimentari.

Sono indicati anche i cibi che contengono le vitamine del gruppo B , in particolare B6 e B2 , come i cereali integrali, latte e derivati , banane e le verdure .


Consigli naturali

Per la pelle grassa sono particolarmente utili le maschere a base di argilla, che hanno il potere di purificare a fondo i pori e di asciugare il sebo in eccesso, ma senza per questo irritare o seccare eccessivamente.

Tampona il viso la sera con il succo di limone leggermente diluito con acqua, farà restringere i pori dilatati, e la sua azione disinfettante preverrà anche la formazione di brufoli.

Integra la dieta con un cucchiaino al giorno di olio di germe di grano(ricco di vitamina B6 ), e con il lievito di birra naturale, che puoi trovare anche in pratiche capsule.


Omeopatia

Secondo la medicina omeopatica il problema della pelle grassa va affrontato anche sotto il punto di vista psicologico, poiché si è constatato che l'eccesso di stress può avere un ruolo importante nella produzione di sebo.

Uno dei rimedi utili è l'estratto di Ribes Nigrum: una cinquantina di gocce sciolte in acqua da bere la mattina al risveglio, sono sufficienti a controllare il nervosismo e la produzione eccessiva di sebo.

Pelle secca        Questo tipo particolare di pelle presenta pori molto fini e sottili, quasi invisibili, è molto sensibile, disidratata e soggetta a screpolature e sfaldamenti.
La pelle secca è particolarmente sensibile agli effetti degli agenti atmosferici (sbalzi di temperatura, freddo, caldo). Quando ti lavi cerca di usare acqua tiepida e saponi lievemente detergenti, (il sapone alla lanolina è molto indicato), in modo da evitare di incidere sulla sensibilità della pelle.

Usa creme idratanti e latte detergente al mattino, prima del make up

La sera prima di andare a letto usa olio detergente per la pulizia del viso ed evita i tonici.

Se proprio non puoi farne a meno usa tonici molto leggeri e privi di alcol.

Per conservare la pelle tonica e ben nutrita utilizza creme idratanti alle vitamine.

Ricorda sempre di stendere sul viso un sottile strato di crema idratante o di crema grassa nutriente come base del trucco (limiterai eventuali allergie e terrai la pelle più protetta e tonica). Puoi inoltre migliorare l’elasticità e la tonicità della pelle con semplicissime maschere sul viso a base di frutta, comodissime da preparare in casa: Pelle acneicaL'acne è una patologia assai frequente nel giovane, ma non solo. Ne esistono diversi tipi e clinicamente viene suddivisa a seconda dell’aspetto in acne comedonica, papulosa, pustolosa e nodulo-cistica . Tali forme possono anche intersecarsi tra loro.
Si tratta dunque di una vera e propria disfunzione della pelle e come tale necessita di cure farmacologiche. La sua gravità è dovuta al fatto che se è in forma aggressiva e non curata adeguatamente può provocare cicatrici deturpanti.

I sintomi
L'acne si manifesta con la comparsa di depositi di sebo sottocutanei stratificati (comedoni, papule, pustole, noduli ….) visibili ad occhio nudo e localizzati solitamente sul viso, ma anche in altre parti del corpo come glutei, spalle.

Le cause
Le cause che possono determinarla sono molteplici:
- una seborrea marcata (eccesso di sebo)
- disfunzioni ormonali
- fattori genetici
- fattori psicologici
- cause esterne, per esempio l’uso di cosmetici inadatti
- particolari situazioni di stress emotivi
- difficoltà digestive
- cattiva alimentazione: grassi, salse a molto speziate, una dieta povera di frutta, verdura e fibre o semplici allergie alimentari... In questo caso è importante per eliminarla seguire una dieta equilibrata e ricca di verdura e fibre.

I rimedi
E' indispensabile una visita dermatologica per classificare la forma di acne e personalizzare il trattamento, non prescindendo dalle relazioni psico-somatiche assai importanti.
Le terapie sono innumerevoli, sia locali che generali, nelle fasi acute, croniche o recidive.
Oggi siamo in grado di controllare bene l’acne e soprattutto prevenire e/o curare i danni permanenti da essa provocati con mezzi d’avanguardia come i laser e i peeling esfolianti.

Pelle avvizzita:L'orologio biologico segna per tutti il trascorrere del tempo con evidenti segni a noi tutti noti.
L' invecchiamento fisiologico può essere accelerato o rallentato a seconda del tipo di vita che uno conduce, dell'alimentazione, dell'ambiente.

Con il passare degli anni la pelle si ritrova a fare i conti con cedimenti e rilassamenti, diventa più secca e comincia a raggrinzirsi. La sua pigmentazione presenta spesso macchie sulle palpebre e sulle tempie e le rughe si accentuano in maniera considerevole.
Il processo di invecchiamento è inevitabile, ma oggi abbiamo a disposizione molte armi per combatterlo, sia in campo medico che chirurgico.

Nel settore medico vengono utilizzate molte sostanze opportunamente combinate (sia per uso locale che generale) in grado di ottenere ottimi risultati. Le metodiche sono diverse: si va dalle applicazioni di semplici creme, all'utilizzo di peelings esfolianti o a micro iniezioni bio-rivitalizzanti, con lo scopo di ottenere un'azione sincronizzata ed ottimizzare i risultati.

In campo chirurgico si può ricorrere ai classici interventi estetici, ai quali si affiancano oggi trattamenti con laser e/o con apparecchi a luce pulsata per il ringiovanimento del volto. Si può anche ricorrere all'utilizzo di numerose sostanze che "riempiono" le rughe (fillers) ad effetto temporaneo o perenne, che vengono introdotte mediante semplici iniezioni o piccoli interventi ambulatoriali.

L'alimentazione
Per quanto riguarda l'alimentazione, innanzi tutto non dovrebbero mai mancare frutta e verdure , poiché le vitamine , i sali minerali e gli oligoelementi in essi contenuti aiutano la pelle a mantenersi sana.
Le fibre , favorendo l'eliminazione di tossine, contribuiscono a donarle un aspetto luminoso.
E' necessario anche un corretto apporto di proteine , perché si possa mantenere compatta ed elastica.
E' molto importante, inoltre, bere tanta acqua , che non solo aiuta a depurare l'organismo, ma favorisce l'idratazione della pelle.

I rimedi
Per eliminare le macchie marroni che compaiono sulla pelle in età matura, bisogna strofinare la pelle con olio di ricino o olio essenziale di eucalipto la mattina e la sera.
Per quanto riguarda la comparsa di rughe , questa può essere attenuata con alcuni prodotti naturali. Gli esperti di Bellezza.it a questo proposito ti consigliano due maschere per il viso:

Maschera antirughe di segale e miele
2 cucchiai di farina di segale
2 cucchiaini di miele
2 albumi d'uovo
Mescola bene tutti gli ingredienti sino a formare una pasta morbida che applicherai sul viso.
Dopo circa 25 minuti toglila con acqua tiepida.
Per la pelle secca aggiungi un cucchiaino do olio d'oliva al precedente composto, invece per la pelle grassa sostituisci gli albumi d'uovo col succo di un limone.

Maschera antirughe rinvigorente d'orzo
1 cucchiaio di farina d'orzo
1 o 2 cucchiai di latte
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di menta fresca tritata (o 1/2 cucchiaino di menta secca sbriciolata)
Mescola inizialmente l'orzo, la menta e il miele. Dopo aggiungi la quantità sufficiente di latte per ottenere una crema uniforme e non troppo liquida. Applica e tieni per circa mezz'ora. Sciacqua con acqua fredda.

Consigli utili
Contro gli inestetismi del corpo, è possibile applicare prodotti rassodanti , i quali contengono principi attivi che agiscono sui tessuti restituendo loro il giusto grado di compattezza, elasticità e idratazione.
Ecco alcuni consigli utili:
• prevenzione innanzi tutto: anche se la pelle non presenta particolari problemi è bene tenerla pulita ed idratata.
• i prodotti rassodanti si applicano preferibilmente la sera, dopo il bagno, in modo che la cute sia in grado di assorbire facilmente i principi attivi.
• l'applicazione dei prodotti rassodanti deve avvenire massaggiando una piccola quantità di prodotto, raccolta nel palmo delle mani, sulle aree da trattare. Il movimento deve procedere dal basso verso l'alto, esercitando lievi sfioramenti rotatori.
  

La cura della pelle: Le regole d'oro per una perfetta pulizia del viso
La detersione del viso è un'azione quotidiana molto importante, per chi si trucca e no. Lo sporco da eliminare è formato solo parzialmente dai residui del make-up, infatti sono lo smog, la polvere e il pulviscolo dei riscaldamenti che si depositano sulla nostra pelle e la soffocano.

Cosa fare mattina e sera per la detersione del viso

Lava il viso, al mattino appena sveglia e alla sera prima di andare a dormire.

Utilizza il detergente più adatto alla tua pelle applicandolo con un dischetto di cotone. Non deve provocarti screpolature, allergie e arrossamenti di nessun tipo.


Gli accessori per la pulizia viso
Dischetti d'ovatta 
compatta

sono l'ideale per applicare o togliere il cosmetico.
Non utilizzate l'ovatta perché lascia notevoli residui.

Le veline

sono utili per eliminare gli eccessi di sebo, si utilizzano tamponando leggermente.

La spugnetta

serve per stendere e togliere il detergente. È importante lavarla perfettamente con sapone neutro dopo averla utilizzata e non riporla nel cassetto fino a quando non è asciutta.


I prodotti da usare per la pulizia viso
Le acque detergenti

normalmente sono adatte a tutti i tipi di pelle, ma hanno il limite di non pulire in profondità.

Il gel

può essere utilizzato tranquillamente da chi ha la pelle mista o grassa, mattino e sera.

La mousse

è adatta a tutti i tipi di pelle, anche le più delicate. Si applica sul viso umido e poi si sciacqua con acqua tiepida.

Il latte

anche il latte detergente è adatto a tutti i tipi di pelle. Ti consigliamo di fare due passaggi con i dischetti di cotone. Togli i residui con una spugnetta leggermente inumidita.

Il sapone

il sapone di marsiglia puro in questi ultimi anni è diventata una vera moda. E a ragione, infatti è sicuramente uno dei saponi più delicati ed è adatto alla pulizia anche delle pelli più sensibili. Esistono anche “saponi non saponi” che hanno pochissimi tensioattivi e sono particolarmente delicati.

Il tonico

il tonico ha diverse funzioni. Prima di tutto ridona alla pelle il suo PH naturale, infatti anche il detergente più delicato lo altera. Esistono tonici lenitivi per le pelli delicate che si arrossano facilmente o equilibranti e calmanti per ogni tipo di pelle.

Un tonico naturale... rubato alla nonna

Tonico antirughe all'uva
1.

Lavare bene 10 acini d'uva

2.

Frullateli fino ad ottenere un succo

3.

Imbevete un dischetto di cotone nel succo

4.

Lasciate agire per 20 minuti

5.

Sciacquate con acqua tiepida


Attenzioni particolari a...
Labbra

sono molto più delicate del resto del viso, infatti non sono protette dal manto detto "film lipolidico" formato da grassi e acqua.

Occhi

per struccare gli occhi è necessario utilizzare solo prodotti specifici. La composizione di queste lozioni è molto simile al liquido oculare.

Pelle grassa 

In questo caso evita di utilizzare prodotti troppo sgrassanti che rischiano di stimolare ulteriormente le ghiandole sebacee a produrre ancora più sebo. Preferisci invece prodotti astringenti e purificanti.

Couperose

se sei affetto da questo problema, per lavarti non usare l'acqua del rubinetto soprattutto se è calda, utilizza invece acqua minerale naturale. Al posto del tonico che potrebbe irritare la pelle, vaporizza sul viso dell'acqua termale spray.

Pelle: il massaggio del viso: Per una pelle più bella e per ottenere dei buoni risultati, (che con un po' di costanza si apprezzano giorno dopo giorno!) è indispensabile prima di tutto scegliere con cura il tipo di crema giusto!
Ricorda infatti di usare al mattino un tipo di crema idratante, mentre alla sera scegli prodotti nutrienti , che donino sollievo e morbidezza alla tua pelle!
E' molto importante imparare a massaggiare la pelle del viso nel modo giusto; solo in quel caso la crema che applichi si assorbe perfettamente e i principi attivi contenuti riescono ad agire al meglio!

La crema va applicata con un delicato massaggio , da effettuare con i polpastrelli, che vada a seguire la direzione dei muscoli: dall'interno verso l'esterno e dal basso verso l'alto.

Segui i nostri consigli!
fronte : stendi la crema tra le sopracciglia e massaggia in direzione dell'attaccatura dei capelli.
contorno occhi : massaggia molto delicatamente, utilizzando una crema specifica, sulla palpebra inferiore dall'angolo interno dell'occhio verso l'esterno, continuando il movimento sulla palpebra superiore verso l'angolo interno.
guance : applica la crema sugli angoli della bocca e del labbro superiore, eseguendo il massaggio con movimenti circolari verso gli zigomi.
mento : distendi la crema dal centro in direzione delle orecchie.
collo : massaggia con movimenti circolari dall'alto verso il basso e dall'interno verso l'esterno. Le maschere:Le maschere sono sicuramente uno dei trattamenti più utilizzati dall'estetista e dalle Beauty Farm, un sapiente mix di coccole e di benessere.

Quali sono le regole da seguire per una maschera efficace?
1.

Fai un'accurata pulizia del viso utilizzando il detergente.

2.

Dopo che hai applicato la maschera sdraiati, è più efficace se sei in relax.

3.

Ascolta una musica rilassante, è particolarmente indicata la musica new age o suoni della natura.

4.

Applica la maschera con un pennello dalle spatole piatte e morbide.

5.

Metti uno strato spesso.

6.

Rispetta i tempi di posa.

7.

Se vuoi tenere la maschera sul viso per più tempo e vuoi evitare che si secchi, posa sul viso un panno bagnato.

8.

Non applicarla mai intorno agli occhi né sulla bocca.

9.

Sulle palpebre posa due bustine di tè già usate.

10. Non dimenticare il collo e il décolletté



 

 


Pubblicato il 2/6/2008 alle 13.23 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web